Filosofia delle cure

La nostra filosofia si ispira alle teorie educative di Maria Montessori, adattandole alle specificità dell’anziano. Fondamentale appare la conoscenza e l’osservazione della persona, il rispetto della sua biografia e dell’autobiografia, al fine di promuovere l’autodeterminazione e la fiducia in se stessi. Gli spazi di vita e l’arredo sono pensati per permettere la maggiore autonomia possibile, ma nello stesso tempo devono legarsi ad un vissuto affettivo dell’anziano.

Il nostro approccio si suddivide in 3 elementi:

 

LA PERSONA

Il metodo Montessori adattato sostiene la qualità della vita, considera ogni persona come un individuo, onorando la sua storia, esperienze, relazioni e capacità. Rispetta le necessità di ognuno e le cure sono pianificate prendendo in considerazione prevalentemente le scelte personali. La parola chiave è: “lasciami autodeterminarmi”.

Il metodo permette alle persone di vivere la propria vita nel modo più completo possibile.

 

L’AMBIENTE

L’approccio Montessori fornisce ambienti arricchiti per gli anziani che ricevono servizi di assistenza. Promuove l’indipendenza, l’autostima, la scelta dell’attività attraverso il riconoscimento dei punti di forza individuali, i bisogni, gli interessi e la creazione di ambienti sapientemente preparati.

La creazione di ambienti Montessori è un approccio innovativo non solo nella cura della demenza, ma nella cura di tutti gli aspetti degli anziani, che può essere adottata sia per gli individui sia per i gruppi. L’obiettivo è “aiutami a fare da solo”.

Gli ambienti Montessori sono di supporto alla persona, sono volti a sostenerla anche nei momenti di perdita di memoria, o ad affrontare i problemi che possono sorgere a causa di vari deficit quali quello visivo o motorio. Le tecniche utilizzate per la gestione degli ambienti permettono di coinvolgere le persone nelle attività di vita quotidiana. Questo risultato è ottenuto attraverso un ambiente facilitante che permette di dare significato e scopo alla loro giornata.

 

LE ATTIVITÀ

Le attività personalizzate, i programmi e le routine vengono create e presentate in base alle esigenze del singolo, attraverso l’identificazione dei punti di forza, le capacità, le abilità e gli interessi della persona.

Nella pianificazione l’obiettivo è quello di perseguire l’“indipendenza dell’anziano”. Le proposte di attività vertono a ridurre al minimo il rischio di fallimento, e pertanto i materiali sono adeguati e le procedure seguono un percorso evolutivo, al fine di creare una ritualità.

 

Torna su